Stagione 2013 - 2014

Stagione 2013 - 2014

Ci trovi anche su

Ci trovi anche su
Cerca i Gruppi: 'Le Vie del Carso' & '111 Kokos-Cocusso''

CLASSIFICA AGGIORNATA AL 20 SETTEMBRE 2010

1. 203 salite KARSTSTURM (STOJAN GLAVINA)
2. 186 salite EL TIROLER (W. FORTAREL)
3. 134 salite SIL
4. 134 salite GLAVINA PAOLO (PAULIN)
5. 131 salite MAHNICH ALESSANDRO
6. 123 salite FABIO FABRIS ALCE
7. 123 salite MEDIN MICHELE
8. 122 salite NADIA MILIEVICH (NANA MOTOCARRO)
9. 108 salite PACORINI ENRICO
10. 106 salite STERPIN CLAUDIO
11 86 salite POZZER ANDREA
12 85 salite BANDI MATIJA
13 62 salite PASSADOR STEFANO
14 60 salite CHERBAUCICH GIANCLAUDIO
15 53 salite SANCIN RENATO
16 50 salite GELETTI ANDREW
17 45 salite STOSSI IGOR
18 42 salite SISTO DANILO
19 40 salite MARKO
20 40 salite WALTER “el gomer
21 39 salite CHIARA DE CRISTINI
22 39 salite GRAZIA BRACHETTI

23 38 salite RUSEVEC
24 37 salite MIRJAN from “BEKA CITY
25 36 salite LELE BRATINA
26 35 salite BOCCIAI MARCO
27 35 salite BOSCO CHIARA
28 34 salite COMELLI LUCIANO
29 34 salite LUPIERI LUCA
30 33 salite VESNA PAROVEL
31 33 salite SABRINA MORONI

32 32 salite CESCA STEFANO
33 29 salite FURLAN ROBERTO
34 28 salite S. KLUN
35 27 salite CORTELLINO DAVIDE “KORTEL
36 23 salite R. GIACOMINI
37 22 salite VILJAM
38 20 salite SARDELLA CLAUDIO “MUKUKU”
39 20 salite JURE
40 19 salite DAVIDE G.
41 18 salite GIORGIO MISTER BIN
42 16 salite FRANZ ZOMPY
43 15 salite BUFALO
44 12 salite GEKO SANTONI
45 12 salite MOSETTI SANDRIN
46 11 salite DAVIDE ZUGNA
47 10 salite DUSTY
48 10 salite FABIO SENARDI
49 10 salite DAVO
50 10 salite LARA CICUTIN
PER SEMPLIFICARE LA REDAZIONE DELLA CLASSIFICA VIENE INSERITO IN GRADUATORIA CHI HA PORTATO A TERMINE ALMENO 10 SALITE
IN CASO DI ERRORE CONTATTARE ALCE…..
PER AGGIORNAMENTI E NOTIZIE
http://leviedelcarso.blogspot.com/

Stojan oltre le 200!!!!


Inaugurazione nel comune di Muggia



Ogni inaugurazione ha avuto la sua particolarità perché ogni sede e ogni appuntamento aveva ingredienti diversi… Muggia, uno degli ultimi per quest’anno. L’occasione in questo caso una manifestazione sportiva. Ci mancava: dall’inaugurazione ufficiale a S.Dorligo/Dolina, svolta nella ricorrenza della caduta dei confini, al Centro didattico naturalistico di Basovizza, al circolo rionale I. Grbec di Servola, alla festa paesana di Rupingrande/Repen, al concerto della pace a Sgonico/Zgonik e infine una maratonina, l’Euromaraton fra Muggia e Capodistria. Sabato 11 settembre, in piazza del Duomo a Muggia, dopo la carrellata di interventi di autorità e ospiti illustri, la presidente ha portato il saluto dell’associazione al pubblico presente ricordando come la caduta dei confini abbia permesso la realizzazione di molte cose fra le quali anche la maratonina in oggetto facendola esprimersi al meglio, senza barriere di alcun tipo, respirando aria libera. E infatti è proprio questo il clima che si è vissuto quella sera in piazza, una volontà di collaborazione fra i vari enti e gruppi presenti che porti a progetti volti a guardare avanti. E cosa c’era di meglio per noi delle Vie del Carso, nati dalla corsa in montagna e dalla MTB, spiriti liberi con la passione della cultura, della storia e delle tradizioni?

Superata quota 4000!!! Aspettando le 5000 visite, un sentito grazie a tutti!!!

Mostra: nuova tappa a Sgonico

Nelle giornate del 2 e 3 settembre 2010, in occasione del concerto per la Pace organizzato dal Comune di Sgonico, la nostra mostra ha avuto la possibilità di essere esposta pure in questa realtà comunale. I presenti all’apertura di “C’erano una volta… i confini!” hanno seguito con interesse le parole di presentazione del Sindaco Mirko Sardoc che ha saputo riassumere con grande acutezza e precisione gli obiettivi della manifestazione che ben si sposavano con quelli della mostra stessa. Dopo l’intervento del Sindaco, la Presidente delle vie del Carso ha ripreso le finalità di questo lavoro di ricerca che vuole essere messaggio di pace, perché i confini, soprattutto mentali, possano diventare solo un ricordo, sempre più debole, del passato, una pagina di storia da dedicare alle future generazioni.
FOTO: in alto le autorità politiche provinciali e del comune di Sgonico (l'assessore provinciale Denis Visioli, il sindaco Mirko Sardoc, l'assessore alla Cultura Monica Hrovatin, il presidente de 'Le Vie del Carso' Nadia Milievich). A lato il folto pubblico che ha visitato la mostra 'C'era una volta.. il confine!

La mostra a Sgonico per il 'Concerto della Pace'

La mostra 'C'era una volta... il confine!' riprende la sua serie di appuntamenti sul territorio provinciale di Trieste.

Giovedì 2 settembre alle ore 19.00 sarà inaugurata presso la sede municipale di Sgonico.

Riportiamo il programma della manifestazione:

CONCERTO PER LA PACE / KONCERT ZA MIR A SGONICO - PROGRAMMA 2010
Giovedì 2 settembre
Dalle 17.00 alle 18.30 sul piazzale antistante il Municipio: seminario informativo "Interventi civili di pace", a cura della Tavola della Pace del Friuli Venezia Giulia, sull'attività della Provincia di Gorizia a Mitrovica in Kosovo, dove ha costruito un'attività nel settore caseario in collaborazione, fra allevatori Serbi e Albanesi. Intervengono Paolo Zuliani funzionario della Provincia di Gorizia e Gianfabrizio Ladini operatore di Pace. Interverrà in apertura anche Lisa Clark di "Beati i costruttori di pace".
Alle 19.00 presso la sede municipale di Sgonico: inaugurazione della mostra "C’era una volta…il Confine!", in collaborazione con l’Associazione Le vie del Carso
Alle 21.00 presso la biblioteca di Sales: proiezione del film – documentario "Domani torno a casa" in collaborazione con Emergency Trieste e col Circolo culturale Rdeča Zvezda;
Venerdì 3 settembre
Alle 18.00 presso la sala consiliare del Comune: Presentazione a cura del Comitato pace convivenza e solidarietà "Danilo Dolci" del catalogo della mostra su Danilo, italo / sloveno di Sežana, antesignano della lotta nonviolenta alla mafia in Sicilia, tre volte candidato al premio Nobel per la Pace;Segue una breve presentazione delle attività di Emergency con Guito Cristoffanini, co-fondatore dell'associazione;
Poi, l'incontro con il deputato sloveno Franco Juri, che presenterà la proposta dell’eurodeputato Ivo Vajgl e dell'italiano Pino Arlacchi per il conferimento del premio Nobel per la Pace, all'associazione Emergency per le sue attività in particolare in Afghanistan;
Alle 19.00 al monumento ai Caduti davanti al Municipio: Alzabandiera della pace
Alle 19.15 sul piazzale antistante il Municipio inizio del concerto, coi gruppi GRINDERS (Kras Ita), WONDERNOIS LAND (Kras - Slo), BLACK MAMBA ROCK EXPLOSION (Ts), WOODEN LEGS (Ts), ZIBBA e ALMELIBRE (Ita), intercalati da interventi al microfono delle Associazioni partecipanti, che saranno presenti coi loro stand informativi. Hanno aderito finora Arci, Penombre, Arci Servizio Civile, Mondosenzaguerre, Centro universitario ricerche e studi per la pace, Italia nostra, Legambiente, Wwf, Beati i costruttori di pace.
Sono previsti inoltre uno stand dell'associazione Gruppo 78, col progetto GiardiNet rivolto alla popolazione giovanile, e i chioschi enogastronomici. L'ingresso è libero.
Il Concerto per la Pace è organizzato dal Comune di Sgonico / Zgonik col sostegno della Provincia di Trieste e in collaborazione con le associazioni locali, la Tavola per la pace del Friuli Venezia Giulia, Emergency sezione di Trieste e il patrocinio della Provincia di Gorizia, dei comuni di Monrupino/Repentabor, Muggia/Milje, San Dorligo della Valle/Dolina, Duino Aurisina/Devin Nabrežina, Doberdo’ del Lago/Doberdob, Savogna d’Isonzo/Sovodnje ob Soči, Sežana, Komen, Miren-Kostanjevica, Hrpelje – Kozina, Koper/Capodistria (SLO), Buje/Buie, Brrtonigla/Verteneglio e Novigrad/Cittanova (HR).

Lettera a 'Segnalazioni' de 'IL PICCOLO'

Pubblichiamo in anteprima la lettera inviata a 'IL PICCOLO' in riferimento all'articolo di martedì 31 agosto (presente a fianco nella rubrica 'Parlano di noi') sul mancato patrocinio del Comune di Trieste alla manifestazione 'Concerto della Pace' di Sgonico.

Leggo con un certo rammarico l'articolo relativo al mancato consenso del patrocinio del Comune di Trieste al ‘Concerto per la Pace’ in programma a Sgonico giovedì e venerdì p.v., pubblicato su ‘Il Piccolo’ di martedì 31 agosto. Vi si cita "che le iniziative apparivano poco istituzionali: non tanto la mostra "C'era una volta... il confine" quanto alcuni titoli dei seminari e i nomi delle associazioni coinvolte...".
Quale presidente de ‘Le vie del Carso’, associazione culturale e sportiva che ha allestito la mostra in oggetto, mi chiedo quanto poco istituzionale, sebbene ripresa in tono minore, può essere considerata una mostra che si basa esclusivamente sulla storia dei confini agricoli, con testimonianze cartacee e personali legate al mutare dei tempi, come per esempio i documenti necessari per il transito di questi piccoli passaggi di confine i quali, pur essendo rimasti ancor oggi sconosciuti ai più, hanno segnato la vita degli abitanti confinari e del nostro territorio in generale. La mostra, unica nel suo genere, esposta già in diverse sedi istituzionali e non della provincia di Trieste, ha avuto riconoscimenti bipartisan da parte non solo di rappresentanti del mondo della cultura, ma anche della scuola, perchè uno degli scopi di questa ricerca è proprio quello didattico-educativo di far conoscere alle future generazioni pagine di storia fuori porta che, volenti-nolenti, stanno entrando velocemente nell'oblio dei tempi. Mi permetto, quindi, convinta che il vicesindaco non abbia ancora avuto il piacere di visitarla, in quanto non ancora presentata nelle strutture del nostro Comune, di invitarlo a una delle prossime aperture, per verificare di persona, che, pur essendo rigorosamente bilingue per la tematica in questione e per una dovuta apertura mentale richiesta dal mutare dei tempi, la mostra risulta non solo del tutto in regola con le istituzioni ma sia invece un piccolo contributo per valorizzarle.

Nadia Milievich, presidente de ‘Le vie del Carso’

100 di Medin!!!